ECO&AGRI

ECO&AGRI

 

  • Sistema di competenze necessario a svolgere l’attività di promozione della qualità ambientale e dello sviluppo sostenibile del territorio

OBIETTIVI FORMATIVI:  Il percorso formativo intende fornire ai partecipanti le conoscenze e competenze necessarie a definire strategie di intervento; coinvolgere gli attori locali nella realizzazione delle iniziative;
progettare le iniziative; organizzare e gestire le iniziative.

RISULTATI ATTESI:  Al termine del percorso formativo gli allievi saranno in grado di svolgere attività di promozione della qualità ambientale e dello sviluppo sostenibile del territorio operando con un elevato grado di autonomia nella realizzazione di progetti finalizzati per lo sviluppo della cultura della sostenibilità e della responsabilità sociale, attivando reti e sinergie tra istituzioni, imprese, enti territoriali, associazioni, scuole, centri di educazione/esperienza ambientale, centri risorse, fattorie scuola e fattorie didattiche, studi specializzati, esperti di settore, etc. I partecipanti saranno inoltre in grado di svolgere l’attività di promozione della qualità ambientale e dello sviluppo sostenibile del territorio sia come consulenti che alle dipendenze di strutture pubbliche o private a vario titolo interessate alla tutela dell’ambiente e del territorio.

  • Sistema di competenze necessarie a svolgere l’attività di educazione ambientale alla sostenibilità

OBIETTIVI FORMATIVI: Il percorso offerto è finalizzato all’acquisizione di conoscenze e competenze relative alla progettazione, organizzazione, promozione e realizzazione di interventi educativi in materia di politiche ambientali e sviluppo sostenibile, rivolti alle scuole ed alla società civile. La figura dell’educatore che svolge attività di educazione ambientale alla sostenibilità opera con un buon grado di autonomia nella realizzazione di progetti con finalità educative, presso istituzioni, centri di educazione/esperienza ambientale, enti promotori di sviluppo o associazioni, cooperative, studi specializzati, etc. Il contesto di esercizio dell’attività è vario: scuole, laboratori, centri civici, musei, parchi ed altri contesti all’aperto (naturali o urbanizzati) di interesse. Coloro che svolgono attività di educazione ambientale alla sostenibilità si trovano prevalentemente a contatto con gruppi di studenti, ma anche con pubblici adulti: essi devono pertanto saper intrattenere relazioni con utenti di ogni età ed insegnanti, adottando stili di comunicazione differenziati, ma in ogni caso di tipo didattico. Inoltre, nelle fasi di progettazione e promozione degli interventi coloro che svolgono attività di educazione ambientale alla sostenibilità, ricoprono un ruolo di facilitatori nell’ambito dei processi decisionali tra i soggetti del territorio coinvolti nelle iniziative educative di cui sopra..

RISULTATI ATTESI: Formare educatori ambientali in grado di: analizzare, alla luce delle politiche ambientali in vigore, il contesto di riferimento (caratteristiche, risorse, criticità, destinatari reali o potenziali, etc.); rilevare i fabbisogni conoscitivi dei destinatari dei propri interventi; definire, sulla scorta delle osservazioni svolte e delle risorse a disposizione, l’offerta educativa da erogare in materia di sviluppo sostenibile, valorizzazione ed animazione del territorio (ad es., programmi di educazione ambientale per le scuole, campagne di educazione e comunicazione ambientale, itinerari didattici di eco-turismo, attività definite in ambito di Agenda 21, etc.; sviluppare formalmente i progetto: contenuti, obiettivi, pianificazione e assegnazione di risorse, strumenti, metodologie, modalità di monitoraggio e valutazione; stabilire, in base alla tipologia di intervento ed alle caratteristiche dei destinatari, la modalità, i tempi e le risorse da impiegare per la realizzazione dello stesso; predisporre e realizzare materiali di supporto (didattici, divulgativi, informativi, etc.).

  • Addetto qualificato alle colture vegetali e arboree

OBIETTIVI FORMATIVI: Il corso intende formare una figura professionale in grado di esercitare l’attività professionale di Addetto qualificato alle colture vegetali e arboree

RISULTATI ATTESI: Al termine del percorso formativo i partecipanti saranno in grado di rilevare la condizione del terreno ed applicare di trattamenti (concimare, arare, disinfettare )adeguati alla sua composizione prima della semina o dell’impianto; di valutare la tempistica e le modalità della semina, in funzione del periodo annuale, delle condizioni meteorologiche e della composizione del terreno e di applicare le tecniche di semina o di messa a dimora delle piantine orticole e delle piante da frutto (scelta del sesto di impianto e portainnesto; legatura). I partecipanti saranno inoltre in grado di effettuare operazioni di concimazione e di irrigazione sulla base della varietà delle piante, delle condizioni del suolo e delle condizioni climatiche del territorio e di individuare i trattamenti da effettuare (tradizionali e/o biologici) sulla base delle condizioni climatiche e di eseguire la potatura delle piante in base al carico di frutta programmato/previsto. Gli Addetti qualificati alle colture vegetali e arboree saranno inoltre in grado di provvedere alla raccolta di vegetali o i frutti dopo la valutazione del raggiunto livello di maturazione ed allo stoccaggio e conservazione dei vegetali e i frutti destinati alla vendita.

  • Addetto qualificato alla manutenzione del verde

OBIETTIVI FORMATIVI:  Il progetto si pone l’obiettivo di conseguire un repertorio di competenze concretamente spendibili sul mercato del lavoro, relative alla manutenzione del verde. L’addetto qualificato alla manutenzione del verde lavora generalmente come dipendente in imprese private di manutenzione del verde, in imprese di servizi di pubblica utilità (ex municipalizzate) che abbiano un settore dedicato o in cooperative di servizi . Egli può anche operare come lavoratore autonomo prevalentemente presso clienti privati. Egli lavora essenzialmente all’aria aperta e in tutte le stagioni. Utilizza attrezzatura specifica e manipola prodotti chimici o organici nel rispetto della normativa vigente. Gli spostamenti sono frequenti e il lavoro comporta un adattamento dell’orario in relazione alla stagionalità e alle condizioni meteorologiche.

RISULTATI ATTESI: L’azione formativa intende formare una figura professionale in grado di: – Curare l’installazione di giardini, parchi, aree verdi; – Effettuare operazioni di pavimentazione di spazi e percorsi pedonali dell’area verde; – Allestire un prato tappeto erboso; – Realizzare semplici opere d’arredo – Restaurare l’arredamento e la vegetazione di giardini, parchi e aree verdi; – Manutenere e conservare la vegetazione delle aree verdi – Prevenire/diagnosticare e trattare la vegetazione delle aree verdi – Coordinare i collaboratori ed interagire con le altre risorse impiegate nell’organizzazione agricola; – Curare il terreno e l’ambiente di lavoro.

  • Addetto qualificato vivaista

OBIETTIVI FORMATIVI: Formare una figura professionale in grado di esercitare l’attività professionale di Addetto qualificato vivaista in grado di garantire la crescita, la coltivazione e la riproduzione di piante arboree ed arbustive, forestali, orticole ed ornamentali da interno ed esterno. L’ Addetto qualificato vivaista segue le attività che vanno dalla moltiplicazione/riproduzione delle piante (semina, innesto), al confezionamento o al trapianto della pianta nel sito definitivo, in vista di un obiettivo di produzione/commercializzazione. Lavora generalmente come dipendente in imprese vivaistiche,  utilizza attrezzatura specifica e manipola prodotti chimici o organici nel rispetto della normativa vigente.La figura professionale si relaziona principalmente con il tecnico della produzione vivaistica, recependo le sue direttive, e può essere coadiuvato nel proprio operato dai braccianti generici.

RISULTATI ATTESI: Al termine dell’intervento formativo i partecipanti saranno in grado di: – Realizzare attività di riproduzione dei vegetali (moltiplicazione delle piante); – Allestire la coltura vivaistica; – Effettuare operazioni colturali per il mantenimento/ la crescita delle piante del vivaio; – Sradicare, confezionare o trapiantare le piante cresciute in vivaio per la commercializzazione; – Coordinare i collaboratori ed interagire con le altre risorse impiegate nell’organizzazione agricola – Curare l’ambiente di lavoro.

  • Addetto qualificato zootecnico

OBIETTIVI FORMATIVI:  Formare una figura professionale in grado di esercitare l’attività professionale di Addetto qualificato zootecnico in grado di operare in organizzazioni produttive di allevamento occupandosi delle le attività strettamente connesse alla gestione e alla cura degli animali. Egli deve comunque relazionarsi con un tecnico o responsabile della produzione zootecnica e può essere coadiuvato nel proprio operato da braccianti generici

RISULTATI ATTESI: Al termine del percorso formativo, i partecipanti saranno in grado di assistere alle attività di riproduzione, parto e svezzamento degli animali; gestire le attività ordinarie dell’allevamento; prevenire le principali malattie e curare gli animali; coordinare i collaboratori ed interagire con le altre risorse impiegate nell’organizzazione agricola; curare dell’ ambiente di lavoro e dell’allevamento.

  • Fonti di energia rinnovabile (FER): forme di finanziamento ed analisi LCA

OBIETTIVI FORMATIVI: L’obiettivo del percorso formativo è quello di fornire uno strumento per la valutazione e valorizzazione delle Fonti Energetiche Rinnovabili attraverso l’analisi delle possibilità di incentivazione offerte dalla legislazione vigente. Tale aspetto assieme alle variabili introdotte dalle pratiche burocratico amministrative viene spesso trascurato nella redazione dei Business Plan e dei progetti, pur rappresentando variabili che rivestono un’importanza fondamentale per la corretta determinazione della redditività del progetto.
L’azione formativa intende fornire uno strumento in più per la valutazione e valorizzazione delle Fonti Energetiche Rinnovabili attraverso l’analisi LCA (Life Cycle Assesment) in modo da valutare non solo la convenienza economica di un investimento ma anche l’impronta ambientale dello stesso.

RISULTATI ATTESI: I partecipanti saranno in grado di utilizzare gli strumenti necessari alla redazione di autorizzazioni per impianti a fonte rinnovabile e di completare i propri business plan con le voci di reddito costituite dagli incentivi attualmente disponibili. AL termine dell’azione formativa i partecipanti saranno inoltre in grado di eseguire uno studio del ciclo di vita di un prodotto/processo applicato in particolare al settore delle fonti energetiche rinnovabili.

  •  Le energie rinnovabili per la riqualificazione energetico-ambientale 

OBIETTIVI FORMATIVI: L’azione formativa intende fornire una formazione adeguata per consentire ai partecipanti di affrontare e collocarsi da un punto di vista occupazionale in un mercato estremamente dinamico e legato a l’innovazione tecnologica come quello delle energie rinnovabili. Il percorso formativo propone un’approfondita panoramica sulle energie rinnovabili e sulle potenzialità di sviluppo. Particolare attenzione verrà posta all’applicazione di soluzioni a basso impatto ambientale e paesaggistico.  Dopo aver analizzato il mercato nazionale ed il quadro legislativo di riferimento, si forniranno gli strumenti necessari per individuare le fonti di spreco ed introdurre opportune azioni correttive, proporre programmi di risparmio energetico e impiego di fonti rinnovabili, realizzare bilanci energetici in funzione di parametri economici e del contesto.

RISULTATI ATTESI: Al termine del percorso i partecipanti saranno in grado di valutare e promuovere il miglior utilizzo delle energie rinnovabili nei diversi contesti; padroneggiare le procedure autorizzative; gestire incentivi e le opportunità finanziarie ed  individuare e proporre innovazioni tecnologiche/energetiche nell’ottica di una riqualificazione energetico-ambientale.

  •  Esperto del risparmio energetico

OBIETTIVI FORMATIVI: Il percorso formativo si incentra sullo sviluppo del settore di attività della green economy, adeguando o creando un profilo che prevede l’acquisizione di conoscenze, capacità e competenze necessarie a gestire il consumo energetico in modo efficiente. Il percorso ha l’obiettivo di fornire le nozioni fondamentali sulla legislazione energetica ed ambientale, le normative tecniche ed i meccanismi di incentivazione dell’Efficienza Energetica e delle Fonti Energetiche Rinnovabili.

RISULTATI ATTESI: I partecipanti acquisiranno le conoscenze e di carattere economico, giuridico, tecnico gestionale ed abilità operative finalizzate a diminuire gli sprechi ed ottimizzare i consumi e, in particolar modo, a individuare le fonti di spreco e introdurre opportune azioni correttive, proporre programmi di risparmio energetico con e impiego di fonti rinnovabili, realizzare bilanci energetici in funzione dei parametri economici e del contesto, analizzare il mercato comunitario, nazionale e locale ed il quadro normativo di riferimento.